Autore Topic: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI  (Letto 44061 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline albatross/ThERoveR

  • Gunner
  • *
  • Credibilità: 0
  • Boo-ya, booooyeeee!
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #20 il: 21 Novembre 2008, 18:41:pm »
1 Chinese Democracy 7,5: ha l'impatto di welcome to the jungle, l'intro è magnifico

2 Shackler's Revenge 7: potente, buckethead fenomenale

3 Better 8,5: è il Singolo con la S super maiuscola....al di la della potenza mi piace la dolcezza del testo

4 Street Of Dreams  9: ke dire...è una ballad che in poki possono concepire; Axl è un genio...c'è poco da aggiungere

5 If The World 8:molto molto rivalutata, la melodia è sublime; struttura semplice ma prende...almeno me; bè l'assolo è bello bello assai assai!

6 There Was A Time 10 e lode: ditemi i gruppi che possono annoverare una "There Was A Time" nel loro repertorio...struggente, malinconica, rock, emozionante, una freccia che ti colpisce al cuore e ti scuote....i migliori assoli dell'allbum...condivide lo scettro di + bella song dell'album con un'altra canzone....stay tuned!

7 Catcher In The Rye 9,5: forse il testo + creativo e complesso dell'album, il gioco di voci iniziale è pura arte...la voce di Axl è pura arte...è l'esempio del genio folle che ti crea la song ke non ti aspetti ma ke hai sempre cercato PS leggete il giovane Holden è bello 10

8 Scraped 7,5: scendiamo un po' dal pianeta perfezione...ma non tanto perkè ancora una volta il gioco di voci di Axl è graditissimo; un bel ritmo...prende prende pure questa...sarà Axl...sarà la batteria a rigenerare il tutto...nn so...ma prende!....sono già 8 le song ascoltate...voglio ancora chinese...non sono per niente stanco anzi....quando esce Chinese II #4??? passiamo all'altra song va ke ne ho sparate di stronzate già....

9 Riad N' The Bedouins 7: cosa diav....azzo è l'inizio di Riad!!! figo figo...e io ke stavo pronto a farmi assordare con gli acuti di Axl...mha io continuo ad avere la sensazione di stare nel bel mezzo delle houses of the holy sessions a riguardo di questa song....cmq prende anke questa....veloce, assordante..mindblowing?? si dice così?? ok ok anke questa azzeccata! andiamo avanti su su!!! ke fame di Chinese!

10 Sorry 9,5: e torniamo sul pianeta perfezione (non ci avrà viziato troppo Axl?) ke dire è un cantato molto molto gradito, il testo vuole sparare a zero su qualcuno...ecco la revenge di Axl part II....l'assolo è fantastico...aspe ke mi pijo il testo e la canto a squarciagola con Axl....ke goduria...non ricordo l'ultima volta che sono stato così prisciato per un album...sarà stao appetite?? mha forse..no no ma qui sono molto molto più gasato ecco!

11 IRS 7: oh a me ricorda Christina Aguilera ahauhauah (vi avrò fracassato le palle penso...), forte IRS dai ci voleva dopo Sorry una IRS...molto paranoico il testo (si vede ke è scritto da Axl)

12 Madagascar 9: ed eccoci qua...no no qua ora voglio soffermarmi...la song ke mi ha folgorato nel 2002 agli MTV Video Music Awards e mi ha fatto penare...si perkè volevo ascoltare la versione definitiva dal 2002...e ne è passata di acqua da sotto i ponti...è la song ke mi ha fatto emozionare fino a piangere in quel 2002...anke perkè era la prima volta ke vedevo Axl dal 1992...non avendo internet all'epoca...rimarrò affezionato tantissimo a questa song...e forse se devo scegliere una song a cui voglio è bene...bè è senz'altro Maddy, cara buon vekkia Maddy! Sono obiettivo però...il cantato mi ha deluso un po'...essendo per me Maddy l'emblema della song perfetta...non doveva peccare in alcun punto...purtroppo non mi piace il modo in cui la canta...peccato...preferivo le tonalità a tratti stonate di quegli MTV Video Music Awards...forse è una questione affettiva....il resto è cmq perfetto...arrangiamenti, melodie etc etc....ke dire una perla di song che di certo non troverai nei vari Black Ice o Death Magnetic....bleah!!!

13 This I love 10 e loVe: la November Rain di Chinese?? ma basta con sti paragoni che imho Chinese ha superato tutto quello che c'era da superare (sarà l'entusiasmo ke ho in questo momento..ma oh...l'ho detto)...una ballad ke ti prende come nessun'altra song di Chinese...la amo! stop! IO AMO THIS I LOVE ecco è questa la verità! Axl sei UNICOOO!!! Aspettare 10 anni x una This I love? ne è valsa la pena...assolutamente! PS condivide lo scettro di + bella song dell'album con There Was A Time

14 Prostitute 9: so bittersweet concludere con questa song...sono triste perkè Chinese è già finito...ke bel momento...ke goduria questo album...le migliori ore trascorse della giornata; Prostitute è la Rocket Queen di Chinese?? eheheheh ancora paragoni...nn c'entra n' cazzo?? bho...io l'adoro cmq...una delle più belle song di Chinese, l'arkiitettura della song è seconda a poki pezzi...e non solo di quest'album...la voce di Axl me gusta...è il giusto commiato...ti lascia riflettere il testo....ki è Prostitute? dove vive?? ce l'abbiamo accanto?? dobbiamo parlarle?

sono felicissimo di aver ascoltato un ottimo prodotto, anzi eccellente! è l'album che volevo da Axl e Co. e l'ho avuto oggi! grazie Axl! grazie per tutti i momenti bui che mi ha fatto superare...grazie di averci dato ancora nuove perle! grazie! sono fiero di non aver mai perso la fiducia in questo progetto! sono un vero fan ripagato alla grande dopo anni di silenzio! Grazie ancora!...nel complesso CHINESE DEMOCRACY: 10 e lode....per mille motivi...per lo più affettivi...ma non solo...è un eccellente prodotto...poi se lo compariamo con le merde che stanno sugli scaffali dei negozi in questo momento...su su...

Mauro



« Ultima modifica: 21 Novembre 2008, 18:44:pm da albatross »

Offline phantom101

  • Gunner
  • *
  • Credibilità: 0
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #21 il: 21 Novembre 2008, 19:37:pm »
1 Chinese Democracy 7,5: ha l'impatto di welcome to the jungle, l'intro è magnifico

2 Shackler's Revenge 7: potente, buckethead fenomenale

3 Better 8,5: è il Singolo con la S super maiuscola....al di la della potenza mi piace la dolcezza del testo

4 Street Of Dreams  9: ke dire...è una ballad che in poki possono concepire; Axl è un genio...c'è poco da aggiungere

5 If The World 8:molto molto rivalutata, la melodia è sublime; struttura semplice ma prende...almeno me; bè l'assolo è bello bello assai assai!

6 There Was A Time 10 e lode: ditemi i gruppi che possono annoverare una "There Was A Time" nel loro repertorio...struggente, malinconica, rock, emozionante, una freccia che ti colpisce al cuore e ti scuote....i migliori assoli dell'allbum...condivide lo scettro di + bella song dell'album con un'altra canzone....stay tuned!

7 Catcher In The Rye 9,5: forse il testo + creativo e complesso dell'album, il gioco di voci iniziale è pura arte...la voce di Axl è pura arte...è l'esempio del genio folle che ti crea la song ke non ti aspetti ma ke hai sempre cercato PS leggete il giovane Holden è bello 10

8 Scraped 7,5: scendiamo un po' dal pianeta perfezione...ma non tanto perkè ancora una volta il gioco di voci di Axl è graditissimo; un bel ritmo...prende prende pure questa...sarà Axl...sarà la batteria a rigenerare il tutto...nn so...ma prende!....sono già 8 le song ascoltate...voglio ancora chinese...non sono per niente stanco anzi....quando esce Chinese II #4??? passiamo all'altra song va ke ne ho sparate di stronzate già....

9 Riad N' The Bedouins 7: cosa diav....azzo è l'inizio di Riad!!! figo figo...e io ke stavo pronto a farmi assordare con gli acuti di Axl...mha io continuo ad avere la sensazione di stare nel bel mezzo delle houses of the holy sessions a riguardo di questa song....cmq prende anke questa....veloce, assordante..mindblowing?? si dice così?? ok ok anke questa azzeccata! andiamo avanti su su!!! ke fame di Chinese!

10 Sorry 9,5: e torniamo sul pianeta perfezione (non ci avrà viziato troppo Axl?) ke dire è un cantato molto molto gradito, il testo vuole sparare a zero su qualcuno...ecco la revenge di Axl part II....l'assolo è fantastico...aspe ke mi pijo il testo e la canto a squarciagola con Axl....ke goduria...non ricordo l'ultima volta che sono stato così prisciato per un album...sarà stao appetite?? mha forse..no no ma qui sono molto molto più gasato ecco!

11 IRS 7: oh a me ricorda Christina Aguilera ahauhauah (vi avrò fracassato le palle penso...), forte IRS dai ci voleva dopo Sorry una IRS...molto paranoico il testo (si vede ke è scritto da Axl)

12 Madagascar 9: ed eccoci qua...no no qua ora voglio soffermarmi...la song ke mi ha folgorato nel 2002 agli MTV Video Music Awards e mi ha fatto penare...si perkè volevo ascoltare la versione definitiva dal 2002...e ne è passata di acqua da sotto i ponti...è la song ke mi ha fatto emozionare fino a piangere in quel 2002...anke perkè era la prima volta ke vedevo Axl dal 1992...non avendo internet all'epoca...rimarrò affezionato tantissimo a questa song...e forse se devo scegliere una song a cui voglio è bene...bè è senz'altro Maddy, cara buon vekkia Maddy! Sono obiettivo però...il cantato mi ha deluso un po'...essendo per me Maddy l'emblema della song perfetta...non doveva peccare in alcun punto...purtroppo non mi piace il modo in cui la canta...peccato...preferivo le tonalità a tratti stonate di quegli MTV Video Music Awards...forse è una questione affettiva....il resto è cmq perfetto...arrangiamenti, melodie etc etc....ke dire una perla di song che di certo non troverai nei vari Black Ice o Death Magnetic....bleah!!!

13 This I love 10 e loVe: la November Rain di Chinese?? ma basta con sti paragoni che imho Chinese ha superato tutto quello che c'era da superare (sarà l'entusiasmo ke ho in questo momento..ma oh...l'ho detto)...una ballad ke ti prende come nessun'altra song di Chinese...la amo! stop! IO AMO THIS I LOVE ecco è questa la verità! Axl sei UNICOOO!!! Aspettare 10 anni x una This I love? ne è valsa la pena...assolutamente! PS condivide lo scettro di + bella song dell'album con There Was A Time

14 Prostitute 9: so bittersweet concludere con questa song...sono triste perkè Chinese è già finito...ke bel momento...ke goduria questo album...le migliori ore trascorse della giornata; Prostitute è la Rocket Queen di Chinese?? eheheheh ancora paragoni...nn c'entra n' cazzo?? bho...io l'adoro cmq...una delle più belle song di Chinese, l'arkiitettura della song è seconda a poki pezzi...e non solo di quest'album...la voce di Axl me gusta...è il giusto commiato...ti lascia riflettere il testo....ki è Prostitute? dove vive?? ce l'abbiamo accanto?? dobbiamo parlarle?

sono felicissimo di aver ascoltato un ottimo prodotto, anzi eccellente! è l'album che volevo da Axl e Co. e l'ho avuto oggi! grazie Axl! grazie per tutti i momenti bui che mi ha fatto superare...grazie di averci dato ancora nuove perle! grazie! sono fiero di non aver mai perso la fiducia in questo progetto! sono un vero fan ripagato alla grande dopo anni di silenzio! Grazie ancora!...nel complesso CHINESE DEMOCRACY: 10 e lode....per mille motivi...per lo più affettivi...ma non solo...è un eccellente prodotto...poi se lo compariamo con le merde che stanno sugli scaffali dei negozi in questo momento...su su...

Mauro





Forse un pò di parte sui voti, ma sicuramente è quello che molti fan compreso me pensano.

Abbiamo ciò che volevamo.
Non ci ha delusi, nessuno.
Ci aspettavamo tanto, e tanto abbiamo avuto.


Grazie Axl

Offline albatross/ThERoveR

  • Gunner
  • *
  • Credibilità: 0
  • Boo-ya, booooyeeee!
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #22 il: 21 Novembre 2008, 19:39:pm »
Forse un pò di parte sui voti, ma sicuramente è quello che molti fan compreso me pensano.

Abbiamo ciò che volevamo.
Non ci ha delusi, nessuno.
Ci aspettavamo tanto, e tanto abbiamo avuto.


Grazie Axl

hai colpito in pieno amico @313

Offline GNFR

  • "ALL' ALCHOOL...LA CAUSA DI...E LA SOLUZIONE A TUTTI I PROBLEMI DELLA VITA"
  • Gunner
  • *
  • Credibilità: 4
  • THERE'S NO BOTTOM TO THE WORST !!!
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #23 il: 21 Novembre 2008, 19:45:pm »
ho appena finito di ascoltare chinese democracy qualche minuto fa.

dico ben tornato ad axl, che ci regala quest'album dai mille sapori, arrangiamenti incredibili e una passione che puoi riconoscere in molteplici sfumature in ogni singola traccia di quest'album.
se devo dare un voto album dico sicuramente  8-9. una ricerca di suoni impressionante.Mi rammarico solo di non averlo sentito inedito tutto insieme a prodotto finito, sarebbe stato ancora piu sconvolgente. peccato. fanculo internet, ma anche grazie internet. non si puo aver tutto dalla vita.
non do voti a i singoli brani. mi limito ad un commento

1 Chinese Democracy: grandissimo pezzo, rabbia e cuore, voglia di gridare "ci sono".
 
2 Shackler's Revenge: altro pezzo che mi gasa un casino.  un bel cazzotto nello stomaco.

3 better: mi è sempre piaciuta, contento che non ci sono piu le bolle, ti mette al tappeto sul finale.

4 Street Of Dreams: the blues per me, abbiamo gia speso parole per questa mezza-ballad. un pezzo alla axl che fa sognare.  

5 If The World. la bella sorpresa. non avrei scommesso molto su sta canzone invece devo dire che nel suo "essere brutta" trova tutta la bellezza di un pezzo originale, ricco di spunti. rivalutata in toto.

6 There Was A Time. la mia preferita.

7 Catcher In The Rye: sono fiero di sta canzone nella quale ho sempre creduto. forse un po lunghina, ma un finale quasi da ballare.

8 Scraped una delle due che non fa prendere 10 all'album. devo ascoltarla meglio ma mi sembra mediocre come canzone.
9 Riad N' The Bedouins: ganza, altra bella sorpresa, molto difficile al primo ascolto, si rivela un pezzo con i controcazzi. (deve essre veramente un bel casino dal vivo, ma vale un po per tutte)

10 Sorry: so che molti storceranno il naso, ma per ora è la grossa delusione di quest'album. non mi dice niente, e mentre scrivo la sto risentendo. una discreta ballad, ma ne decolla, ne mi fa tristezza, mi lascia veramnte perplesso. devo sentirla, in altre circostanze. i'm sorry.

11 IRS: altro ripensamento che hpo avuto. l'avevo messa da parte, erano mesi che non l'ascoltavo e mi ha fatto una bella impressione. potente, bello l'intreccio tra acustico e distorto. altra belle sensazioni.
12 Madagascar: se TWAT è la preferita, questa gli morde il culo. grande, grandissima canzone.
  
13 This I love: Capolavoro di emozioni. un axl denso che di pu non si puo, non vedo l'ora di sentirla dal vivo. mi ricorda gli scorpions a tratti. veramente altro grandissimo brano

14 Prostitute: rocket queen e coma erano altri finali, ma questa canzone, come direbbe jerry calà, m'acchiappa. ha un bel tiro, sicuramnte miconvince piu di sorry.

Davvero un grande album, forse per i non gunner un po peso, altri 71 min di musica in disco. ma a me dei non gunner mi frega quanto una caccola. ottimi musicisti, canzoni di una difficolta pazzesca, un ottimo Axl Rose (grazie axl per aver ringraziato i fans per tutta sta attesa).


sottolineo che non ho parlato molto della quantita\qualita dei suoni perche è la forza di quest'album, quindi mi sono soffermatyo di piu su "il sentimento"

Offline Genny

  • Gunner
  • *
  • Credibilità: 0
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #24 il: 21 Novembre 2008, 20:42:pm »
Ce l'ho.. dopo 17 anni e due mesi.
Certe sonorità a volte difficili da metabolizzare.. altre immediatamente riconducibili.
E' un grande giorno.. volevo solo dire questo.

Offline Makaveli

  • Gunner
  • *
  • Credibilità: 8
    • Slash
    • Pro Reunion
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #25 il: 21 Novembre 2008, 22:04:pm »
La title-track - e primo singolo - dopo una lunga introduzione tutta da skippare, si apre in un (classico?) urlo di axl che sembra cominciare al minuto 1 e finire al minuto 74 (!) del disco. Il brano vive su un riff riuscito e tagliente e un drumming incalzante, mentre la doppia traccia vocale rende il cantato più corposo e convincente. Bene anche lo scambio di battute tra finck e buckethead nell'assolo. Il testo risulta interessante in alcuni passaggi quasi surreali ("If they were missionaries/Real time visionaries/Sittin' in a Chinese stew/To view my disinfatuation"  "And if you beat them enough they'll die/Its like a walk in the park from a cell"). L'urlo prosegue nella seguente Shackler's Revenge, brano dal ritornello ammiccante e a tratti catchy, il cantato è buono, ma il brano soffre un pò di decontestualizzazione dal resto del disco ed il testo adolescenziale contribuisce ad alimentare questo sospetto. Il brano è tirato, ma nonostante ciò non raggiunge picchi troppo elevati. Il secondo singolo di questo disco è Better, un brano che è la perfetta liaison tra i momenti più duri e quelli più ammiccanti che hanno, da sempre, contraddistinto la carriera musicale di Rose. La traccia di batteria migliora notevolmente rispetto al passato, ed il mix - perfetto in questa occasione - riesce a mettere in risalto alla perfezione ogni singolo strumento. Buono l'assolo di finck, che introduce un finale orecchiabile e piacevole.
Street of Dreams (fu 'the blues') è tendenzialmente un passo falso. Brano pesante da digerire lungo quasi tutto il suo corso, prende quota nel finale inumano di Axl, dove tocca tonalità così alte da giungere agli ultrasuoni. Si, decisamente troppo inumano. Il solo di finck, specie nella prima parte, tende ad essere inascoltabile, le parti d'orchestra dirette da Marco Beltrami sono piacevoli e cercano di mettere qualche pezza, ma restano limitate. Da salvare è, invece, in parte il testo. If the World è l'esercizio di stile dei guns n' roses. Non è un grande brano, non resterà negli annali, ma è come se il gruppo - in uno dei rari momenti in cui non viene sovrastato da axl - riuscisse a dire "sappiamo suonare, ve lo dimostriamo". Infatti il brano è suonato egregiamente, omogeneo e contraddistinto da ottimi passaggi musicali; il giro di basso è trascinante, piacevoli anche gli interventi al piano di dizzy e ottimi momenti dei due batteristi. Ovviamente spicca l'assolo di buckethead, che nel funky-jazz ci ha sguazzato spesso e ciò si nota particolarmente. Il testo non è degno di nota, ripetitivo e molto scontato.
Pochi giri di parole, There Was a Time è uno dei momenti migliori del disco. Lo si intuisce subito, lo si sa da sempre. Il cantato e la chitarra (presumibilmente di finck) che aprono il pezzo sembrano sposarsi a pennello, notevole il lavoro fatto sulla batteria (e lo si capisce anche dai crediti), drumming potente e incisivo per tutto il brano, in particolar modo ad introdurre il secondo assolo. Assoli che fanno da padrone nella seconda parte del brano, il primo di finck - accompagnato da un'acustica molto gradevole (che sia axl?) - eseguito con una certa ispirazione, ed il secondo, della durata di circa due minuti, eseguito da buckethead che da sfoggio di tutte le sue abilità tecniche e compositive tirando fuori dal cilindro uno dei momenti più alti del disco. Il suo inconfondibile souno si arrampica in territori accessibili a pochi, quelli dove si coniugano alla perfezione tecnica e gusto, dove c'è molto di suonato e la tecnica appare come il punto alla fine della parola "Assolo." (ogni riferimento all'uso unico che riesce a fare del killswitch da 5.18 a 5.26 NON è puramente casuale).
Bisogna porre un accento sul lavoro svolto da Marco Beltrami, l'orchestra di fondo non è mai invasiva, ma riesce a dare una pienezza disarmante al brano, brano che ha come momento più debole il ritornello, dove l'orchestra si mette da parte. Testo ottimo, Il brano dura quasi sette minuti, ma per una volta sembrano starci tutti.
Certo, fare da seguito a There Was a Time non è un grande affare, ed infatti Catcher in The Rye paga subito il cambio d'atmosfera. I toni, qui, sono molto più semplici, infatti ci si ritrova davanti a un brano che riesce alla perfezione nel suo intento-pop: inchiodarsi in testa. La linea vocale, molto buona, è concausa di tutto ciò e - nonostante il mix non sia il massimo, con le chitarre che vanno su altissime nel finale - il brano resta gradevole, con un bel ritorno di basso nel finale ed un testo di qualità eccelsa.
A tornare a dare la scossa ci pensa il brano più intraprendente del disco: Scraped. Contraddistinto da un'adorabile e corposa sezione ritmica che per una volta riesce a mettere in secondo piano l'egemonia chitarristica che contraddistingue l'album. Notevole il lavoro di axl, le cui varie tonalità vanno ad effettuare dei "giochi di voce" che rendono il brano mai stancante e addirittura tendente alla longevità. Il testo è intriso di paranoia pura in perfetto stile Rose.
Per confermare che si tratta di un disco dalle introduzioni ambigue, Riad n' the Bedouins non è da meno, quasi un minuto di inutili suoni che fluiscono in un'esplosione del tutto simile alla title-track. Il pezzo presenta una linea vocale davvero interessante che sembra quasi citare 'immigrant song' dei led zeppelin, anche se - per il resto - rimane abbastanza anonimo, esattamente come il testo - ripetitivo e di difficile interpretazione.
Dopo i due scossoni precedenti, si ritornano a respirare momenti più rarefatti, sono quelli che si vivono tra le strofe di Sorry. La prima cosa che si nota, approcciando al brano, è quanto sia piacevole il cantato – tra il sommesso e il ghignante - di axl, e di quanto pronunci in modo strano quel "but I don't want to do it", delle prime strofe. Prime strofe caratterizzate anche da chitarre suonate egregiamente, in grado di dare il giusto colore alla canzone. Anche quando i toni salgono, la voce di axl rimane positivamente contenuta, mettendo in mostra una certa dinamicità del registro vocale. E' ancora buckethead a mettere il punto esclamativo ad uno dei brani più riusciti del disco, il suo tipico "assolo etereo" - alcuni dicono a là gilmour, ma quelli che lo conoscono possono con tranquillità affermare a là buckethead - si sposa alla perfezione col pezzo, che si conclude forse un pò bruscamente. Il testo di sorry è un'incognita - potrebbe riferirsi a chiunque: una donna, i fan invadenti e ossessivi, i suoi ex-compagni di band - resta evidente solo che axl decide di togliersi tutti i sassi dalle scarpe; taglienti alcuni momenti "You talk too much/You say I do/Difference is nobody cares about you" "It's harder to live/With the truth about you/Than to live with/The lies about me".
Uno dei pochi brani non troppo lunghi, I.R.S., ha il potere di sembrare lunghissimo, in alcuni momenti addirittura infinito. E' un brano che avrebbe anche delle potenzialità, il cantato - in particolare il passaggio "I bet you think I'm doin' this all for my health/I shoulda looked again babe at somebody else" e le chitarre lo dimostrano, ma il pezzo è intriso ovunque di insostenibili rallentamenti che fanno perdere interesse negli aspetti positivi che il brano potrebbe avere. Il testo è impalpabile, forse il peggiore dell'album - senza dubbio il meno interessante.
Dopo quasi un'ora di musica, si intravede la fine dell'album. La terz'ultima canzone di chinese democracy è Madagascar, forse l'idea più bella partorita dalla mente di Rose. Madagascar è una piccola perla, un brano che raccoglie varie idee che si intersecano alla perfezione l'un l'altra, creando un pezzo che ha dei picchi di inestimabile bellezza. Una sezione di fiati introduce il cantato, quasi spezzato, di un axl la cui interpretazione lo rende quasi irriconoscibile. L'incipit, fermato solo da due acuti e dall'insorgere delle chitarre, si estende sino alla parte centrale, dove - contemporeaneamente all'assolo di buckethead - entrano in scena numerose citazioni, che vanno dai film al celebre discorso pronunciato da martin luther king nel 1963, "I have a dream". Purtroppo madagascar non raggiunge le vette qualitative che le spetterebbero di diritto proprio perchè l'assolo di chitarra - che una volta era il momento più importante e quasi solenne (DEVO citare il rock in rio 3) - lascia troppo spazio alle suddette parole che, alla lunga, tendono a risultare stancanti. Il testo è intriso di nostalgia e la visione quasi apocalittica che se ne trae è tanto angosciante quanto coinvolgente.
This I Love è, evidentemente, la canzone di Axl. Scritta da lui, suonata da lui, interpretata e vissuta da lui. Il brano si appoggia su un giro di piano che potrebbe facilmente fare breccia nei cuori di molti, così come il cantato – melodrammatico al punto giusto – la rende una potenziale hit (nonostante io nutra dei dubbi sul fatto che il brano, oggi, possa funzionare, dato che potrebbe risultare addirittura atipico per la nostra epoca). L'assolo di Robin Finck, melodrammatico anch'esso, è uno dei suoi migliori. Il testo (melodrammatico...), invece, è in bilico tra la più classica canzone d'amore e il più classico mestiere, magari fatto bene, ma pur sempre mestiere.
Chiude il disco Prostitute, contraddistinta da un cantato molto 'easy' di axl, che sembra non aver bisogno di  forzare particolarmente in nessun momento; si regge su una struttura variegata e su un'epicità garantita, ancora una volta, da un lavoro importante di beltrami. Pennellata finale di buckethead che cerca, forse inutilmente, di rendere il pezzo meno “pastoso”. Il disco si chiude sulle note del piano di axl che scivolano via, a dare un attimo di pace all'ascoltatore, letteralmente inondato di musica, da uno disco che straripa suoni senza soluzione di continuità.



Chinese Democracy è un buon disco. I brani che lo compongono, presi singolarmente, valgono molto più di quanto non possano valere ascoltati tutti assieme. 70 minuti di musica sono tanti, 70 minuti di questa musica sono decisamente troppi. E' un disco intriso di suoni e musica, pieno di strumenti e  tracce vocali, il che lo rende un disco difficile da assorbire. Proprio per questo motivo la valutazione generale del disco, più che quella dei singoli brani, ne risente un po'.


Chinese Democracy: 7
Shackler's Revenge: 6
Better: 7.5
Street Of Dreams: 5
If The World: 7+
Twat: 8
Catcher In The Rye: 6.5
Scraped: 7.5
Rhiad: 5.5
Sorry: 8
IRS: 6
Madagascar: 7.5
This I Love: 7
Prostitute: 7

Album: 7.5

Offline Rob

  • Gunner
  • *
  • Credibilità: -8
  • "move, move... there's a fuckin' car" 5/6/2006
    • Axl
    • Neutrale
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #26 il: 21 Novembre 2008, 22:06:pm »

Street of Dreams (fu 'the blues') è tendenzialmente un passo falso. Brano pesante da digerire lungo quasi tutto il suo corso, prende quota nel finale inumano di Axl, dove tocca tonalità così alte da giungere agli ultrasuoni. Si, decisamente troppo inumano. Il solo di finck, specie nella prima parte, tende ad essere inascoltabile, le parti d'orchestra dirette da Marco Beltrami sono piacevoli e cercano di mettere qualche pezza, ma restano limitate.


Recensione da applausi.
Ma qui proprio non ci siamo...  @23

Offline Makaveli

  • Gunner
  • *
  • Credibilità: 8
    • Slash
    • Pro Reunion
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #27 il: 21 Novembre 2008, 22:07:pm »

Recensione da applausi.
Ma qui proprio non ci siamo...  @23

partiamo dai punti in cui si è d'accordo: il finale inumano #4

Offline Rob

  • Gunner
  • *
  • Credibilità: -8
  • "move, move... there's a fuckin' car" 5/6/2006
    • Axl
    • Neutrale
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #28 il: 21 Novembre 2008, 22:08:pm »
partiamo dai punti in cui si è d'accordo: il finale inumano #4

lì proprio siamo distanti eh!!
ci sono pezzi peggiori da eseguire vocalmente... vedi acuto in There Was A Time e IRS sull'inizio del solo di BH... ma tanti altri in questo album

Offline Makaveli

  • Gunner
  • *
  • Credibilità: 8
    • Slash
    • Pro Reunion
Re: Chinese Democracy (ALBUM): RECENSIONI degli UTENTI
« Risposta #29 il: 21 Novembre 2008, 22:10:pm »
lì proprio siamo distanti eh!!
ci sono pezzi peggiori da eseguire vocalmente... vedi acuto in There Was A Time e IRS sull'inizio del solo di BH... ma tanti altri in questo album

ma hai sentito come canta il "what'd I tell you" ? quasi non è percepibile ad orecchio umano  #19