La musica e la crescita

La musica e la crescita  (Letto 732 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Jolly Roger

  • Senior
  • *****
  • That's called the Blues
La musica e la crescita
15 Marzo 2018, 01:55:am
È innegabile che gli anni stanno passando. Dentro di noi c'è un continuo processo evolutivo (si spera) che contribuisce al cambiamento del nostro essere.
Questo mutamento del rapportarsi al mondo genera anche un cambiamento in ciò che cerchiamo nella musica(almeno per me,che è una costante fissa).
Arrivati a questo punto della vostra vita, quale elemento fondamentale deve esserci in un"artista ,o in un pezzo in generale, affinché possa farvi interessare ad esso?



Offline Hell

  • Senior
  • *****
Re:La musica e la crescita
15 Marzo 2018, 10:39:am
deve sorprendermi musicalmente. non dev'essere roba già sentita, altrimenti mi annoia.

Offline N.

  • Senior
  • *****
  • iMu.
Re:La musica e la crescita
15 Marzo 2018, 11:31:am
Mi deve far venire voglia di riascoltarlo. Roba rara. Rarissima. Il genere o il tipo non conta.

Offline èuGenio

  • Senior
  • *****
  • Gunner
Re:La musica e la crescita
15 Marzo 2018, 11:33:am
Devo trovare qualcosa che mi stimoli nell’artista. Qualcosa che mi fa dire: vediamo cosa tira fuori questo qui.
Non succede praticamente da 20 anni. 😂🤣😂🤣

Offline Eltanque

  • Senior
  • *****
Re:La musica e la crescita
16 Marzo 2018, 12:26:pm
Mah, non so dirti cosa. Non è necessariamente roba nuova, mai sentita. Deve essere roba fatta bene, solo che l'identificazione del fatto bene è difficile.

Offline Prof K

  • Senior
  • *****
  • Gunner
Re:La musica e la crescita
16 Marzo 2018, 20:54:pm
Non lo so...ultimamente non trovo niente.

Offline Jolly Roger

  • Senior
  • *****
  • That's called the Blues
Re:La musica e la crescita
16 Marzo 2018, 21:33:pm
Io i gruppi tendo a seguirli quando l'evoluzione artistica segue quella spirituale. Gli Afterhours, ad esempio, che dopo 30 anni di carriera tirano fuori un album come Folfiri e Folfox.
Per le novità deve esserci il giusto mix tra testo e suono(che non deve essere necessariamente innovativo) e deve farmi smuovere qualcosa fino dal primo ascolto.

Offline N.

  • Senior
  • *****
  • iMu.
Re:La musica e la crescita
16 Marzo 2018, 21:35:pm
Io i gruppi tendo a seguirli quando l'evoluzione artistica segue quella spirituale. Gli Afterhours, ad esempio, che dopo 30 anni di carriera tirano fuori un album come Folfiri e Folfox.
Per le novità deve esserci il giusto mix tra testo e suono(che non deve essere necessariamente innovativo) e deve farmi smuovere qualcosa fino dal primo ascolto.

Boia che seghe! lol


Offline Jolly Roger

  • Senior
  • *****
  • That's called the Blues
Re:La musica e la crescita
16 Marzo 2018, 21:37:pm
Boia che seghe! lol


Eh lo so! Ma ne trovo comunque parecchi di gruppi eh

Offline N.

  • Senior
  • *****
  • iMu.
Re:La musica e la crescita
16 Marzo 2018, 21:42:pm

Eh lo so! Ma ne trovo comunque parecchi di gruppi eh

Credo che questo topic, come quello sui genitori, risenta delle differenti fasce d'eta' :evil:

Offline èuGenio

  • Senior
  • *****
  • Gunner
Re:La musica e la crescita
16 Marzo 2018, 21:45:pm
Difatti boh.. invecchiando la musica sta occupando un ruolo sempre più marginale, per me.

Offline Jolly Roger

  • Senior
  • *****
  • That's called the Blues
Re:La musica e la crescita
16 Marzo 2018, 22:04:pm
Credo che questo topic, come quello sui genitori, risenta delle differenti fasce d'eta' :evil:


Magari verso i 50 torno a sentire gli ACDC ?

Offline Hangover

  • Senior
  • *****
  • Touched by His noodly appendage.
Re:La musica e la crescita
18 Marzo 2018, 22:58:pm
Nella musica cerco cose diverse, a seconda di momenti diversi.
A volte cerco qualcosa che mi emozioni, a volte qualcosa che mi dica cose che non so, a volte qualcosa che mi faccia semplicemente canticchiare.

Come Nadia ha già detto, comunque, cerco musiche che.mi facciano venir voglia di riascoltare, e/o di scoprire altro dei loro autori.

Ps.
Credo che chi dice che non esce più niente che valga la peba ascoltare, ai sbagli; o quantomeno sia (divenrato) pigro. Di roba buona secondo me ne esce ancora. Negli ultimi 10 anni sono usciti dischi molto validi (a volte stupendi, ma a volte son gusti) di cantautori più o meno giovani.
Ultimamente mi sono innamorato di Julie Byrne, ma penso pure ai vari Sufjan Stevens, Basia Bulat, Riley Walker, José Gonzalez, Angel Olsen etc. etc. ( e giusto per rimanere agli stili un po' più 'classici').

Offline N.

  • Senior
  • *****
  • iMu.
Re:La musica e la crescita
19 Marzo 2018, 07:28:am
Ecco la differenza con me e' che io non cerco piu nulla. Una cosa mi deve trovare.

B di brandon

  • Visitatore
Re:La musica e la crescita
19 Marzo 2018, 10:37:am
Ehm è inutile pure che parli, tanto conoscete i miei vecchi gusti d.. lol
La realtà è che non ascolto né mi metto a cercare nuovi gruppi, il mio problema è che non riesco ad ascoltare i 'nuovi', sapendo cosa hanno fatto i 'vecchi'.
Poi oggi per ascoltare delle nuove band devi davvero dar loro la caccia nel web. Una volta era diverso e lo sapete meglio di me, siete tutti ultra maggiorenni..
le nostre radio poi fanno cacare: o mettono la solita roba di sempre già ascoltata oppure il nostro fantastico genere italiano..

Magari dovremmo ascoltare le radio americane per essere trovati dalla musica.

Offline N.

  • Senior
  • *****
  • iMu.
Re:La musica e la crescita
19 Marzo 2018, 10:41:am
Ehm è inutile pure che parli, tanto conoscete i miei vecchi gusti d.. lol
La realtà è che non ascolto né mi metto a cercare nuovi gruppi, il mio problema è che non riesco ad ascoltare i 'nuovi', sapendo cosa hanno fatto i 'vecchi'.
Poi oggi per ascoltare delle nuove band devi davvero dar loro la caccia nel web. Una volta era diverso e lo sapete meglio di me, siete tutti ultra maggiorenni..
le nostre radio poi fanno cacare: o mettono la solita roba di sempre già ascoltata oppure il nostro fantastico genere italiano..

Magari dovremmo ascoltare le radio americane per essere trovati dalla musica.

Le radio americani sono come qua. Se ascolti le college radios magari trovi roba interessante, ma se ascolti quyelle commerciali non cambia nulla, se non che sono piu radicate nei vari generi musicali.

Offline Hell

  • Senior
  • *****
Re:La musica e la crescita
21 Marzo 2018, 19:31:pm
Comunque mo sto in fissa con i DM, nonostante un tempo avessi coniato per loro la definizione di "band per vegetariani anemici".

Offline N.

  • Senior
  • *****
  • iMu.
Re:La musica e la crescita
21 Marzo 2018, 20:25:pm
Comunque mo sto in fissa con i DM, nonostante un tempo avessi coniato per loro la definizione di "band per vegetariani anemici".

Vedi che allora c'e' speranza per altre robe! :evil:

Offline Hangover

  • Senior
  • *****
  • Touched by His noodly appendage.
Re:La musica e la crescita
21 Marzo 2018, 21:28:pm
Comunque mo sto in fissa con i DM, nonostante un tempo avessi coniato per loro la definizione di "band per vegetariani anemici".

Depeche Mode?